Premi AVMA a cinque giovani scienziati alla fiera Intel

L’American Veterinary Medical Association (AVMA) ha assegnato cinque premi al primo posto durante l’Intel International Science and Engineering Fair (ISEF), tenutasi dal 12 al 17 maggio 2013. Veterinari membri dell’AVMA Dr Marlene Cole e il dottor Stephen Denny sono stati giudici esperti e hanno consegnato i premi speciali durante una cerimonia tenutasi il 15 maggio a Phoenix, in Arizona.  Molti dei vincitori passati dei premi Intel ISEF sponsorizzati da AVMA continuano a diventare veterinari, che è uno dei motivi per cui apprezzo così tanto questo concorso, afferma il dott. Cole. Tutti i progetti di ricerca presentati alla fiera Intel sono degni di un premio. Questi studenti delle scuole superiori stanno facendo ricerche a livello universitario, quindi è davvero una decisione difficile. La loro dedizione, ambizione ed energia sono fonte d’ispirazione.

I cinque vincitori del premio da $ 1.000 includono: Erika Nicole Mueller della Clearfield High School di Layton, Utah, per il suo progetto “” Optimal Equine Balance: Application of Biophysics to Assess and Reduce Equine Injury “”. Lo studio di Mueller ha esplorato una fatalità comune nei cavalli sportivi a causa della frattura dell’osso della seconda falange. La sua ricerca, utilizzando la cinematografia ad alta velocità per catturare e analizzare il movimento delle ossa della seconda e della prima falange, offre un nuovo metodo per dimostrare la predisposizione di un cavallo a questa lesione. Eric Samuel Epstein della Tucson High Magnet School di Tucson, Arizona per il suo studio “” Discriminazione olfattiva tra composti regolari e deuterati nelle api da miele europee (Apis melifera). “” Lo studio di Epstein ha esplorato la teoria della forma dell’olfatto, che contiene quell’odore dalla forma identica le molecole non possono essere discriminate. Nel suo studio, ha dimostrato che le api europee potrebbero essere addestrate a discriminare tra due sostanze chimiche di forma identica, suggerendo che la vibrazione molecolare può essere utilizzata come meccanismo aggiuntivo o alternativo nel rilevamento degli odori.

Connor William Burton della Camdenlon R-III High School di Osage Beach, Mo. per il suo progetto “” Jellyfish Phototaxis: Developing an Infrared Net for Application in Marine Systems for the Prevention of Jellyfish Fouling and Beach Infestations. “” Burton ha esaminato se le meduse di Scyphozoan rispondere sia alla luce visibile che a quella infrarossa. I risultati hanno indicato che le meduse erano significativamente attratte dalla luce infrarossa e avevano una tendenza significativa a migrare verticalmente per orientarsi nella luce visibile, che un giorno potrebbe essere utilizzata per creare una “” rete “” a infrarossi per scoraggiare le meduse dalle aree sensibili e dalle interazioni umane. Meghal Sheth della Camas High School di Camas, nello stato di Washington, per il suo esperimento “” Utilizzo del pesce zebra come modello per identificare le cause della morte delle cellule ciliate meccanosensoriali e della perdita dell’udito negli esseri umani. “” Lo studio di Sheth, utilizzando il pesce zebra, ha scoperto che monomero comune utilizzato nella produzione di plastiche in policarbonato e resine epossidiche, può portare alla perdita dell’udito negli esseri umani. Charlotte Sophia Herber della Fox Lane High School di Bedford, N.Y. per il suo studio “” Evidenza istologica del recettore Toll-Like Nine Amelioration of Amyloid Pathology in a TgSwDI Mouse Model “”, che ha studiato la malattia di Alzheimer. Questo studio ha sviluppato un metodo emergente di immunizzazione passiva per prevenire e rompere le placche amiloidi che causano la malattia di Alzheimer senza effetti collaterali negativi.

L’Intel International Science and Engineering Fair è la più grande competizione scientifica internazionale pre-universitaria del mondo. Più di 1.500 studenti provenienti da 70 paesi diversi nei gradi 9-12 hanno condiviso la loro ricerca indipendente, competendo per più di 3 milioni di dollari in premi. L’AVMA, fondata nel 1863, è una delle più antiche e grandi organizzazioni mediche veterinarie del mondo, con oltre 84.000 veterinari membri in tutto il mondo impegnati in un’ampia varietà di attività professionali e dedicati all’arte e alla scienza della medicina veterinaria.

Premi AVMA a cinque giovani scienziati alla fiera Intelultima modifica: 2021-04-14T13:31:34+02:00da rubpica
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento